IL SISTEMA IMMUNITARIO E GLI IMMUNOSTIMOLANTI

Ecco che ci troviamo alle porte dell’autunno e, soprattutto gli sbalzi di temperatura del cambio di stagione, possono giocarci brutti scherzi e farci ritrovare a letto alle prese con un brutto raffreddore.

Niente paura: ci pensa il nostro organismo a difenderci!!!

Il sistema immunitario, infatti, è un insieme di organi e cellule specializzate nel difenderci da agenti estranei che possono essere nocivi, come virus, batteri, funghi…

Come funziona il sistema immunitario?

Ipotizziamo che ci avviciniamo ad una persona raffreddata e che casualmente tossisce o starnutisce vicino a noi. In questo caso immetterà nell’aria le particelle di virus/batteri di cui è infetto e che potrebbero entrare nel nostro organismo attraverso la semplice respirazione.

A questo punto il nostro organismo riconoscerà subito l’agente esterno come estraneo ed attiverà una serie di risposte con l’obiettivo di eliminarlo il prima possibile: si parla di risposta immunitaria innata ed avviene in maniere sempre uguale, indipendentemente dall’agente estraneo con cui siamo andati in contatto.

In questo caso l’  organismo libera nel sangue le cellule addette all’eliminazione del patogeno: i macrofagi che letteralmente “mangiano” l’agente; le cellule che rilasciano istamina, che attivano una reazione infiammatoria, che aiuta a liberarsi degli agenti esterni e le cellule natural killer, che elimineranno tutte le cellule infettate o danneggiate dall’agente.

Nello stesso tempo, però, si attiva anche la risposta immunitaria adattiva: è una risposta che riconosce l’agente patogeno, se in passato siamo già entrati in contatto o ci siamo vaccinati, ed avviene attraverso delle cellule della memoria , circolanti nel sangue, che riconoscono l’agente e lo eliminano. Sono i linfociti T e B che, riconoscendo subito il patogeno, attivano una più rapida risposta da parte del nostro organismo, evitando così che l’agente possa fare troppi danni.

COME CAPIAMO CHE IL SISTEMA IMMUNITARIO FUNZIONA BENE?

Innanzitutto dobbiamo dire che ci sono situazioni che possono compromettere la funzionalità del sistema immunitario come:

  • Stress
  • Uso eccessivo di antibiotici
  • Freddo, umidità, cambi di stagione
  • Alimentazione sbilanciata con un uso eccessivo di carboidrati e proteine
  • Sonno notturno insufficiente
  • Vita sedentaria
  • Affaticamento fisico
  • Invecchiamento

In queste situazioni, il nostro organismo ci invia dei segnali che ci dovrebbero far capire che qualcosa non va, come: senso continuo di stanchezza; continuo stato di raffreddamento; decimi continui di febbre, mal di gola; difficoltà a concentrarsi; herpes; problemi intestinali.

COSA FARE?

A questo punto pare ovvio che, correggere lo stile di vita ed eliminare quelle abitudini che possono compromettere la nostra riposta immunitaria, è di fondamentale importanza. Quindi è necessario : dormire bene, eliminare lo stress e mangiare sano, con un’ alimentazione che prediliga cibi ricchi di Vitamina C.

…. E GLI IMMUNOSTIMOLANTI?

Gli immunostimolanti sono sostanze in grado di stimolare o aiutare il sistema immunitario. Possiamo distinguerli in due categorie:

  • Farmaci immunostimolanti: utilizzati solo in determinate patologie, come i tumori
  • Sostanze naturali o integratori immunostimolanti: usati per potenziare il sistema immunitario in vista del periodo più freddo, dove si è più soggetti a malanni.

Gli integratori si basano essenzialmente su estratti naturali di alcune piante, con comprovata efficacia immunostimolante, e diverse vitamine.

Tra le sostanze usate ci sono:

  • Echinacea: gli estratti di questa pianta hanno capacità di sostenere e potenziare il sistema immunitario, soprattutto durante gli stati influenzali
  • Astragola: gli estratti di questa pianta sono considerati immunostimolanti, in quanto aumentano l’attività di alcune cellule del sistema immunitario, come i linfociti T ed i macrofagi
  • Ganoderma Lucidum: è un fungo dalle comprovate azioni immunostimolanti,  perché incrementa l’attività dei linfociti T, macrofagi e cellule Natural Killer
  • Uncaria: estratto dalla corteccia della pianta, stimola la produzione di Interleuchine, sostanze coinvolte nella risposta immunitaria

Tra le vitamine usate ci sono:

  • Vitamina C: contenuta in frutta e verdura, alla sua azione antiossidante, si deve la maggiore protezione dai raffreddori
  • Vitamina D: potenzia il numero dei globuli bianchi e quindi della risposta immunitaria. Si trova in funghi, pesce
  • Vitamina A: serve per rinforzare le barriere meccaniche del corpo, come pelle. Si trova nel latte e suoi derivati
  • Vitamina B9, acido folico, Vitamina B12: necessarie per il normale funzionamento del sistema immunitario. Si trovano nel latte, pesce, uova e carne.

In conclusione un corretto stile di vita già ci proteggerà dalle varie infezioni del periodo freddo, però, se sappiamo di avere un sistema immunitario carente (ci raffreddiamo spesso) o non riusciamo a seguire un corretto stile di vita, allora alcuni integratori immunostimolanti possono venirci incontro e rafforzare le nostre difese immunitarie. Ricordarsi però che vanno usati con costanza!

Commenti (0)

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza e per le finalità descritte nella Cookie Policy. Continuando a navigare o nascondendo questa informativa approvi l'uso di cookie statistici anonimizzati.